Merck
HomeApplicazioniProduzione farmaceutica e biofarmaceuticaFormulazione e produzione farmaceutica classica

Formulazione e produzione farmaceutica classica

Dalle fasi di sviluppo fino alla commercializzazione, qualsiasi nuovo promettente candidato farmaco deve superare numerosi ostacoli.

A fronte di una crescente attenzione per i farmaci specializzati e di esigenze formulative sempre più complesse, la produzione di farmaci è diventata via via sempre più complicata. La lavorazione e la formulazione di alcuni principi attivi farmaceutici (API) possono richiedere valutazioni speciali durante lo sviluppo e la produzione della forma finale. Il percorso che porta un farmaco sul mercato è disseminato di ostacoli: la biodisponibilità dell’API nel corpo, la stabilità dell’API e la messa a punto di formulazioni a basso dosaggio sono tra questi.

Nella produzione di forme solide come di forme liquide, una delle sfide da affrontare è quella della conformità a norme in continua evoluzione e sempre più severe in materia di valutazione del rischio relativo agli eccipienti. Competenze consolidate e comprensione degli standard normative internazionali aiutano a garantire la conformità delle sostanze chimiche, dei dispositivi e dei materiali di consumo impiegati nel processo produttivo.



GMP per gli eccipienti: il percorso dell’industria dai principi agli standard

Negli ultimi dieci anni, le linee guida GMP in materia di eccipienti sono passate dai principi agli standard. L’attenzione per l’importanza delle GMP per gli eccipienti è in constante crescita. È palese che gli enti regolatori valutano positivamente il fatto che i produttori farmaceutici comprendano e valutino i rischi connessi agli eccipienti nei loro prodotti farmaceutici, dal momento che tutto ciò ha a che fare con delle GMP adeguate.

In che modo i produttori farmaceutici possono stabilire quali fornitori siano meglio preparati per operare avendo ben presenti, a livello di fornitura di eccipienti farmaceutici e di documentazione acclusa, gli standard normativi GMP per gli eccipienti? La certificazione EXCiPACT dei fornitori di eccipienti e il sistema documentale Emprove® possono aiutare i produttori farmaceutici a conformarsi ai requisiti normativi.

Imboccare la via maestra per ottenere le conformità normative

Nel marzo del 2016 sono state ufficialmente varate le Guidelines on Formalized Risk Assessment for Ascertaining the Appropriate GMP for Excipients of Medicinal Products for Human Use europee, che sottolineano la necessità che i produttori farmaceutici inquadrino e valutino i rischi connessi all’uso di eccipienti nei loro prodotti farmaceutici, dal momento che tutto ciò ha a che fare con delle GMP adeguate. L’innovativo Programma Emprove® può sveltire l’iter di approvazione normativa facendo leva sulla disponibilità di una completa informazione sui prodotti, debitamente documentata. Il programma è caratterizzato da quattro assi di intervento:

  • semplificazione del processo di qualificazione
  • supporto nelle attività di valutazione, gestione e riduzione del rischio
  • maggior trasparenza della catena d'approvvigionamento
  • velocizzare la domanda di approvazione ed estendere la conformità - risparmiando così tempo e denaro.

I dossier documentali Emprove® contengono una completa documentazione di dettaglio sulle materie prime e i materiali di partenza farmaceutici, oltre che sui filtri e sui componenti monouso.

Scegliere le giuste materie prime per il passaggio alla produzione commerciale

Una delle difficoltà maggiori di cui venire a capo nello sviluppo di una molecola farmaceutica di piccole dimensioni riguarda il necessario salto da compiere a livello di qualità e di supply chain nel passaggio dalla fase di ricerca a quella di produzione industriale. Una valutazione di rischio assai critica riguarda il fatto che le sostanze chimiche utilizzate per la sintesi del farmaco siano di livello qualitativo consono all’impiego nei trial clinici e all’ingresso in commercio. Se già dalle prime fasi di sviluppo non si ricorre all’impiego di prodotti chimici adeguati, in fase avanzata di sviluppo sarà necessario impiegare tempo e denaro supplementari per innalzare in maniera opportuna la qualità delle materie prime. Le variazioni che intervengono nelle fasi avanzate richiedono inoltre le opportune validazioni. Tutto ciò può portare a un più alto costo totale di possesso (TCO).

Nel passaggio di scala alla produzione commerciale, è essenziale aver ben compreso le esigenze da tenere presenti circa le materie prime e le relative implicazioni a livello di costi. In merito ai fornitori, è consigliabile consolidare una strategia che permetta a chi produce di definire in anticipo le mosse necessarie per passare all’uso di materie prime adeguate allo scopo di una produzione strettamente regolamentata. Un approccio che si voglia rigoroso ed adeguato deve includere una valutazione ed un esame delle materie prime usate per produrre una molecola farmaceutica di piccole dimensioni già durante le fasi di sviluppo.


Flusso di lavoro

Strategie di formulazione liquida

Strategie di formulazione liquida

Le applicazioni liquide sterili sono spesso iniettate nel corpo: per questo è della massima importanza minimizzare i rischi, scegliendo l’adeguato processo di purificazione delle API, identificando gli eccipienti adatti, definendo un appropriato processo di validazione e scegliendo i filtri giusti.

Strategie di formulazione solida

Gli ostacoli alla messa a punto di forme solide sono molteplici: solubilità dell’API e stabilità della sua formulazione finale, controllo del costo complessivo della produzione, messa a punto di una pastiglia compatta ed omogenea, che non ponga problemi in fase di imballaggio o durante la conservazione.

Strategie di filtrazione sterilizzante

I farmaci in commercio devono essere esenti da batteri e altri microorganismi in maniera da garantire la sicurezza del paziente: per i prodotti farmaceutici che non possono essere sottoposti a sterilizzazione finale, si rende necessario un uso esperto della filtrazione sterile.

Strategie di riempimento finale

Il processo di riempimento finale è un punto critico nella produzione dei farmaci: richiede infatti un’attenta riduzione del rischio che garantisca che ai pazienti arrivino prodotti farmaceutici efficaci e sicuri.


Autenticati per continuare

Per continuare a leggere, autenticati o crea un account.

Non hai un Account?